Polinesia: stelle, carte nautiche, seamarkers e landmarkers per navigare nell’infinito mare

L’intero stile di navigazione polinesiana contraddice la supposizione che prima dell’invenzione della bussola fossero intrapresi solo viaggi di cabotaggio, cioè seguendo rotte marittime a vista delle coste. Gli antichi capi Polinesiani si tramandavano questa arte segreta fatta di bastoncini e canne legate tra loro, che via via venivano aggiornate nelle esplorazioni successive. Attraverso queste speciali…

Continua ...

Il telo sindonico di Torino

La Sindone di Torino ha almeno 600 anni (secondo alcuni molti di più) ed ha subìto mol­tissimi spostamenti, incurie varie oltre a due incendi. È quindi assolutamente comprensibile che le misure del telo siano difficili da stabilire con assoluta certezza. Non potendo verificare di persona, mi fido delle misure prese dal CI­CAP ([1]). Le misure sono:…

Continua ...

La mappa di Bowen e il Kangia fjord

La carta geografica comprendente la parte meridionale della Groenlandia (la mappa completa riporta anche le isole Fær Øer e l’Islanda) fu realizzata dal cartografo ed incisore inglese Emanuel Bowen nel 1747, sulla base dei resoconti delle esplorazioni effettuate da Hans Egede (1686-1758), missionario norvegese soprannominato l’apostolo della Groenlandia. Questa mappa, oltre a mostrare il canale…

Continua ...

La prima moneta internazionale della storia umana

Molte di queste conchiglie esotiche provengono da tombe e santuari, si trovano in siti nel bacino del Mediterraneo, in Europa e nell’America del Nord, in ogni caso lontanissime dalla loro fonte di produzione. Alcune conchiglie non sono state modificate, altre trasformate in semplici perline e alcune finemente lavorate mediante incisioni, erano sempre simbolo di potere…

Continua ...